Separazione

LA CONFLITTUALITA’ NELLA COPPIA

Separazione consensuale

I conflitti irrisolti nella coppia, se ripetuti, possono portare ad una crisi irreversibile che raggiunge un punto di non ritorno.

Occorre intervenire per tempo per trasformare la crisi in una armoniosa riconciliazione. Ove non ci si riesca, la separazione consensuale è lo strumento attraverso il quale la coppia, di comune accordo tra loro, decide di separarsi. Si deve ricorrere alla separazione giudiziale in mancanza di un accordo tra le parti che definisca ogni questione (affidamento della prole, tempi di permanenza dei figli con ciascun genitore, mantenimento dei figli, divisione del patrimonio comune, mantenimento del coniuge debole, assegnazione della casa familiare).

STUDIO

Lunedi-Mercoledi: 10-18

Giovedi: CHIUSO

venerdi: 10-13

Contattami

WHATSAPP
+39 393 322 2212

STUDIO
+39 06 322 2212

Email

iturco@avvocatoturco.it
igorturco@ordineavvocatiroma.org

 

Glossario della separazione

Addebito della separazione

Il giudice davanti al quale si svolge un procedimento di separazione personale dei coniugi, quando ricorra un’apposita domanda e ne ricorrano le circostanze, può dichiarare quale dei coniugi sia responsabile della separazione. Presupposto fondamentale è che il coniuge sia colpevole di aver violato uno dei doveri nascenti dal matrimonio.Il coniuge al quale sia stata addebitata la separazione non può ricevere l’assegno di mantenimento, ma solo gli alimenti (se sussiste uno stato di bisogno); inoltre, egli perde i diritti successori nei confronti dell’altro coniuge.
La dichiarazione di addebito non produce invece conseguenze riguardo ai figli, in quanto il giudice deve emettere i provvedimenti che li riguardano esclusivamente avendo riguardo ai loro interessi.

Diritti della famiglia

Diritti non aventi natura patrimoniale (tranne alcune eccezioni, come il diritto agli alimenti), ma basati sulla solidarietà reciproca tra familiari e strettamente personali, nonché irrinunciabili e intrasmissibili: consistono, in generale, in prestazioni di reciproca assistenza, fedeltà e collaborazione.

Divisione dei beni della comunione legale:
Procedimento volto allo scioglimento della comunione fra i coniugi, attraverso il quale vengono attribuiti a ciascuno dei coniugi beni determinati.

Mantenimento

Nel diritto di famiglia, si parla di mantenimento per comprendere tutti i bisogni della famiglia, non sono quelli fondamentali (come il vitto e il vestiario), ma anche quelli che riguardano la vita relazionale dei membri della famiglia, da commisurarsi all’ambito sociale dove essa è inserita.
In particolare, verso i minori, il mantenimento non è visto come il mero utilizzo del denaro per il soddisfacimento dei loro bisogni, ma anche come una complessa attività di educazione e presenza costante, per garantire il loro sviluppo psico-fisico.

Separazione Consensuale

Separazione personale dei coniugi raggiunta con un accordo delle parti che, per acquistare efficacia, deve essere omologato dal competente tribunale (art. 158 del c.c.)

Separazione giudiziale

Separazione personale tra i coniugi stabilita con sentenza, quando si verificano, anche indipendentemente dalla volontà di uno o di entrambi i coniugi, fatti tali da rendere intollerabile la prosecuzione della convivenza o da recare grave pregiudizio all’educazione dei figli. Il giudice può addebitare la separazione ad uno dei coniugi, se è venuto meno a uno dei doveri nascenti dal matrimonio.